Il recupero degli oneri condominiali

Art. 63 disp. att. c.c.  Articolo sostituito dall’Art. 18, legge 11 dicembre 2012, n. 220.

Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dal­l’assemblea, l’amministratore, senza bi­sogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione im­mediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi. I creditori non possono agire nei con­fronti degli obbligati in regola con i pa­gamenti, se non dopo l’escussione degli altri condomini.

In caso di mora nel pagamento dei con­tributi che si sia protratta per un seme­stre, l’amministratore può sospendere il condomino moroso dalla fruizione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato.

Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all’an­no in corso e a quello precedente.

Chi cede diritti su unità immobiliari re­sta obbligato solidalmente con l’avente causa per i contributi maturati fino al momento in cui è trasmessa all’amministratore copia autentica del titolo che determina il trasferimento del diritto.”.

 

Pubblicato su Amministrazioni condominiali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: